ires50
Home Contesto Cittadini stranieri residenti
16 | 12 | 2018
PDF Stampa E-mail

Cittadini stranieri residenti

Tabella in formato excel expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Definizione operativa:  
Percentuale di popolazione straniera residente sulla popolazione residente. (Dati al 31 dicembre)
Tendenze:  
I cittadini stranieri in Piemonte rappresentano il 9.6% della popolazione residente, si tratta di una percentuale un po’ inferiore a quella delle altre grandi regioni italiane del Nord (Lombardia 11,5%, Veneto 9,9%, Emilia Romagna 12,0%, Toscana 10,9%). Dal 2013 si osserva un arresto nella crescita della popolazione straniera determinata da diversi fattori tra i quali un saldo migratorio negativo causato da una diminuzione delle iscrizioni dall'estero e dalla numerosità delle acquisizioni di cittadinanza italiana e da una diminuzione della natalità che incide riducendo il saldo naturale.
La provincia con la percentuale più elevata di stranieri residenti è Asti (11,3%), cui seguono Alessandria (10,9%), Cuneo e Novara (10,3%).
Note:  
In Italia si registra l'esistenza di sistemi di rilevazione differenti:- il Ministero degli Interni registra i permessi di soggiorno tramite i dati inviati dalle questure, sottostimando il numero dei minori e non tenendo conto di permessi scaduti o rinnovati;
- l'ISTAT si basa sull'archivio delle iscrizioni anagrafiche, collegato agli uffici comunali, ma il numero di iscritti all'anagrafe è inferiore ai soggiornantii;
- la Caritas Italiana pubblica annualmente il dossier statistico in cui presenta dei coefficienti di correzione dell'elaborazione di dati del Ministero e dell'ISTAT.
Si è comunque ritenuto di utilizzare il dato sui cittadini stranieri residenti, seppure sottostimato rispetto ai soggiornanti, perché indica una presenza più stabile sul territorio e quindi sembra essere un indicatore più affidabile della presenza effettiva nella distribuzione regionale. Inoltre si è utilizzato il dato validato dall'ISTAT sia per la popolazione residente straniera che italiana.
EUROSTAT dedica una scheda alle statistiche sulle migrazioni internazionali e sulle popolazioni di origine straniera nell’Unione Europea. In termini assoluti, il numero più elevato di stranieri residenti nell’UE si registra in Germania (9,2 milioni al 31 gennaio 2016), Spagna (4,4 milioni), Italia (5 milioni), Regno Unito (6 milioni) e Francia (4,6 milioni). Gli stranieri residenti in questi cinque Stati membri rappresentano complessivamente il 74,4% del totale degli stranieri nell’UE-27, mentre la popolazione degli stessi cinque Stati rappresenta il 63,5% dell’intera popolazione dell’UE-27.
Dal 1999, anno di entrata in vigore del trattato di Amsterdam, le politiche sull'immigrazione sono al centro dell'attenzione delle politiche sociali europee. L'attenzione delle politiche (in termini legislativi e di interventi) rispetto al fenomeno migratorio è molto elevata anche sul piano regionale. Le Regioni hanno recentemente assunto competenze specifiche di coordinamento e programmazione in materia, insieme agli altri enti locali (Consigli territoriali, osservatori).
Fonti dei dati:  
ISTAT; per le regioni europee Eurostat.
Pubblicazioni:  
IRES, Contributo di Ricerca 271/2018. Popolazione: aggiornamento delle dinamiche e una lettura per generazioni, genere e cittadinanza.                                 ISTAT, Bilancio demografico nazionale 2017
Eurostat, Europe in figures - Yearbook: Foreign citizens
Risorse on line:  
Osservatorio sull'immigrazione in Piemonte dell'IRES Piemonte
Osservatorio Demografico territoriale del Piemonte dell'IRES Piemonte
Caritas, Dossier sull'immigrazione
Istat, Demografia in Cifre
Ministero degli Interni, sezione Immigrazione
 
Amministrazione