ires50
Home Empowerment Inserimento laureati
21 | 11 | 2017
PDF Stampa E-mail

Inserimento dei giovani laureati nel mondo del lavoro

Tabella in formato excel expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Definizione operativa:  
Laureati che lavorano a tre o quattro anni dal conseguimento del titolo per 100 laureati.
Tendenze:  
La lettura dei dati relativi all’inserimento dei laureati nel mercato del lavoro evidenzia in Piemonte un calo della percentuale di occupati a tre o quattro anni dal titolo di studio, dall’81,7% del 2001 all’80% del 2011, ma non così inteso come quello registrato nello stesso periodo per l’occupazione dei diplomati. Nel 2011 il Piemonte mostra valori in linea con le grandi regioni del Nord (Lombardia e Veneto).
Fonti dei dati:  
ISTAT, Inserimento professionale dei laureati.
Note:  
Le regioni sono quelle di residenza al momento dell'indagine. Diversamente dalle precedenti tornate, l’indagine 2011 sull’Inserimento professionale dei laureati, è stata condotta a una distanza maggiore dal conseguimento del titolo (quattro anni) ed ha indagato per la prima volta sugli esiti occupazionali dei laureati nel 2007 in corsi specialistici biennali (il cosiddetto “+2” introdotto con la riforma dei cicli accademici). Di fatto, la maggior distanza dal conseguimento del titolo ha permesso di seguire, longitudinalmente, i laureati in corsi “triennali” del 2007 nell’eventuale successivo percorso specialistico, ottenendo primi riscontri occupazionali anche su quanti hanno conseguito il titolo specialistico in anni successivi al 2007 (ISTAT, Inserimento professionale dei laureati, Edizione 2011, Aspetti metodologici dell’indagine, p.4)
Pubblicazioni:  
ISTAT, I percorsi di studio e lavoro dei diplomati e dei laureati, 2016
SISFORM, Osservatorio sul Sistema Formativo Piemontese, Rapporto Istruzione e Formazione Professionale Piemonte 2015, cap. 7 La condizione occupazionale dei laureati nel 2015
 
Amministrazione