ires50
Home Autonomia Sicurezza Disoccupazione giovanile
21 | 11 | 2017
PDF Stampa E-mail

Disoccupazione giovanile

Tabella in formato excel expo_excel
Analisi:
Territorio:
Anno:
Genere:

Definizione operativa:  
Il tasso di disoccupazione giovanile si riferisce alla percentuale di giovani disoccupati (15-24 anni) rispetto alla popolazione attiva 15-24 anni.
Tendenze:  
La disoccupazione giovanile in Piemonte (42,2% nel 2014) è più elevata di quella delle altre grandi regioni del Nord, in cui anche si presenta in crescita negli anni della crisi. Rispetto al 2008 il Piemonte ha subito un ampio balzo in avanti, di circa 27 punti percentuali. Fra i giovani non sono più soprattutto le giovani donne a mostrare livelli elevati di disoccupazione. Nel contesto delle province piemontesi, infatti, i tassi sono più elevati per i giovani uomini a Vercelli, Novara, Biella e Torino. Le province con una maggior quota di giovani disoccupati sono quelle di Novara e Torino, i cui dati risultano notevolmente accresciuti rispetto al 2008. Cuneo conferma, insieme al Verbano-Cusio-Ossola, i valori più bassi.
Fonti dei dati:  
EUROSTAT, REGIO, NEW CRONOS. Indagine europea sulle Forze lavoro (LFS).
Pubblicazioni:  
Osservatorio Regionale sul Mercato del Lavoro (ORML), Il mercato del lavoro in Piemonte 2015
IRES Piemonte, Cap 5.4 Il mercato del lavoro in Piemonte nel 2015 e nel passaggio al 2016, in Relazione annuale sulla situazione economica, sociale e territoriale del Piemonte 2016
Istat, Occupati e disoccupati - Anno 2016, Comunicato stampa, 30 settembre 2016
Istat, cap. 3 Le dinamiche del mercato del lavoro: una lettura per generazione, in Rapporto annuale, 2016
Eurostat, Europe in figures - Yearbook: Labour market Unemployment and beyond 2016
 
Amministrazione