ires50
Home Empowerment
15 | 12 | 2017
Indicatori di Empowerment
L'Empowerment nelle province piemontesi negli anni della crisi (2008-2014)
friendship

In un dominio del benessere più difficile da rappresentare a scala locale, si rileva che, durante la crisi, in tutte le province del Piemonte crescono gli occupati in età matura mentre si riduce il numero di imprese attive. Tuttavia, non tutte le province mostrano variazioni della medesima intensità: se nella provincia di Cuneo si osserva un aumento dei tassi d’occupazione in età matura dell’ordine del 13%, come in quella di Treviso, a Novara le variazioni arrivano ad oltre il 60%, come a Brescia.

Una minor propensione all’imprenditorialità rispetto al periodo pre-crisi si registra a livello regionale sia nel saldo tra imprese nate e cessate sia nella variazione della registrazione di nuove imprese: le diminuzioni risultano però nettamente più intense ad Alessandria, Asti e Cuneo, oltre che a Biella, rispetto a Torino e Novara.

Anche da un punto di osservazione diverso sulle pratiche sociali che possono aiutare ad arricchire o esprimere le doti della popolazione, gli effetti della crisi sembrano evidenti: negli anni recenti calano i consumi culturali classici, per una diffusa minor spesa pro-capite affiancata da una riduzione della dotazione culturale distribuita su tutte le province piemontesi. Crescono, invece, a livello regionale, con variazioni positive più elevate nelle province di Cuneo e Alessandria, il consumo delle nuove tecnologie e la dotazione di infrastrutture per la connessione. Una premessa che si spera positiva per gli anni a venire.

 




Amministrazione